Tutto su Pieve di Cento

Le sentinelle della città

A partire dal XIII secolo, Pieve di Cento fu cinta da un fossato e da un terrapieno fortificato con palizzata, con quattro porte in legno a scopo difensivo. Il fossato ed il terrapieno furono abbattuti alla fine del secolo scorso, mentre le porte, trasformate nel corso del tempo, ancora oggi fanno da sentinelle agli ingressi della citta'.

PORTA FERRARA

Porta Ferrara si trova a nord, alla fine di via Gian Battista Melloni (storico ed ecclesiastico pievese vissuto nel '700). Datata 1342, insieme all'adiacente ex-macello, e' attualmente sede della Scuola di Liuteria e della Scuola di Artigianato Artistico pievese, al cui fianco è situata la sezione espositiva del Museo Civico dedicata alla liuteria.

PORTA BOLOGNA

Porta Bologna si trova a Sud, alla fine di via Matteotti ed è così chiamata perché accoglie chi arriva dalla città di Bologna. In origine questa porta era in legno e fu ricostruita in mattoni verso la fine del XIV secolo quando tutte le porte furono conformate nei mezzi difensivi e nei criteri di costruzione alla Rocca, il che attribuì al paese le sembianze di un castello fortificato. Verso la fine del 1700 Porta Bologna fu trasformata in abitazione ed attualmente, dopo vari interventi di restauro conservativo, tra cui l'ultimo del 2004, ha ritrovato il suo antico splendore e fa parte di esposizioni museali sia permanenti che temporanee.

PORTA ASIA

Porta Asia, situata ad est in fondo a via Gramsci, è la porta più conosciuta del paese, presente in numerosi canti folkloristici . In origine questa porta era in legno e la ricostruzione in mattoni risale al 1342. Porta Asia è costituita da due corpi distinti: un avancorpo con ponte levatoio e portella pedonale ed un retrocorpo di difesa, un piccolo castelletto fortificato che le conferiva un aspetto decisamente bellico e militare. Attualmente l'aspetto è mutato a causa della caduta delle merlature, del deperimento delle strutture in legno, e dell'intervento di restauro del 1981. Oggi Porta Asia ospita il Centro di documentazione sulla lavorazione della canapa ove sono conservate fotografie, documenti ed utensili di lavoro ceduti in donazione dai cittadini, a testimonianza dell'importanza che ha avuto fino a poco tempo fa la lavorazione della canapa nell'economia locale.

PORTA CENTO

Porta Cento si trova ad ovest, in fondo a via Garibaldi, anch' essa originariamente in legno e riedificata in muratura nel 1337 e poi nuovamente ricostruita nel 1700 nella forma attuale, in seguito ad un incendio che la distrusse quasi completamente.